Alta ristorazione e pizzeria di eccellente qualità.

Il volto del pizzaiolo della pizzeria Da Isidoro ha il nome di Pasquale De Luca, un ragazzo con la pizza nel dna.
Figlio di una famiglia di pizzaioli, “figlio d’arte” come lui stesso ama definirsi, ha iniziato a lavorare accanto al papà in tenerissima età, finché ha iniziato a camminare con le sue gambe e a specializzarsi, dedicandosi alla ricerca di farine di altissima qualità e a tecniche di lievitazione particolari.

 

Trenta ore di lievitazione a temperatura mista (tra temperatura ambiente e temperatura a 5 gradi).
Il tutto con un pre-fermento biga, che dà luogo ad un impasto indiretto.
Per la biga occorrono farine molto forti a livello proteico e sono necessarie ben 30 ore di lievitazione per scomporre gli zuccheri complessi e le proteine, che vengono trasformati in zuccheri semplici e in aminoacidi.

 

Praticamente il giovane maestro pizzaiolo Pasquale fa compiere circa la metà della digestione della pizza in frigorifero.

 

Oltre alla lievitazione c’è un’altissima idratazione dell’impasto, circa il 75% che elimina l’effetto gommoso e aggiunge ulteriore leggerezza.

pasquale de luca

Una pizza leggerissima e digeribilissima.

Buon gusto e benessere. Ma non solo.
A dare il tocco di classe alle pizze sono i prodotti top selezionati per il condimento, dall’olio di oliva extravergine al tonno lavorato artigianalmente, alle alici di menaica, alle olive cilentane, ai pomodorini DOP.

 

“Da Isidoro” sceglie per i suoi impasti le farine di Molino Vigevano, bilanciate e ricche di proprietà nutritive.
Con i suoi fiocchi di germe di grano macinati a pietra, l’impasto è più profumato, saporito, digeribile e leggero.

 

Inoltre, con le farine di Molino Vigevano vi è un maggiore assorbimento dell’acqua, per una lievitazione ed una resa maggiore.
Da Isidoro utilizza farine di tipo “0”, meno raffinate, ma più salutari per i suoi clienti.